Roadmap per l'accelerazione digitale 2021

Promuovere la resilienza attraverso l'accelerazione digitale

Nella nostra ultima indagine globale e nel report corrispondente, 1024 business leader spiegano come stanno rispondendo all'urgenza della digital transformation. Abbiamo scoperto che le aziende in grado di reagire agli eventi in modo rapido ed efficace sono nella posizione ideale per crescere.

Promuovere la resilienza attraverso l'accelerazione digitale

In un mondo che cambia rapidamente, tre realtà rimangono invariate:

La digital transformation è cruciale per la sopravvivenza delle aziende. 

Il 36% delle aziende oggi stima che entro tre anni la maggior parte del fatturato sarà generata da servizi digitali. 

Il fatturato dei servizi digitali è dominante.

Rispetto all'indagine del 2019, il triplo delle aziende oggi ritiene che il 75% del fatturato sarà generato da servizi digitali.

L'agilità genera resilienza.

Il 32% degli intervistati afferma che l'accelerazione delle iniziative digitali, tramite l'aumento dei flussi di fatturato digitale o la promozione della digital transformation, è al primo posto tra i cambiamenti che miglioreranno la resilienza della propria azienda a fronte di una crisi futura.

Costruire una roadmap

test
test

2019

Abbiamo analizzato le caratteristiche principali delle aziende che operano con agilità organizzativa e i cinque comportamenti chiave grazie a cui si sono trovate nella posizione ottimale per sbloccare flussi di fatturato digitale e reagire ai cambiamenti.

2020

Abbiamo deciso di capire in che modo le aziende stanno integrando questi cinque comportamenti per creare una roadmap che sia utile per le altre. La nostra indagine si è svolta nel pieno di una crisi globale senza precedenti.

2021

Dopo aver analizzato le aziende che hanno reagito più prontamente alla pandemia di COVID-19, abbiamo rilevato che avevano, con tutta probabilità, già adottato le seguenti best practice. Analizziamo le fasi principali del percorso verso l'agilità organizzativa.

Costruire una roadmap

2019

Abbiamo analizzato le caratteristiche principali delle aziende che operano con agilità organizzativa e i cinque comportamenti chiave grazie a cui si sono trovate nella posizione ottimale per sbloccare flussi di fatturato digitale e reagire ai cambiamenti.

test

2020

Abbiamo deciso di capire in che modo le aziende stanno integrando questi cinque comportamenti per creare una roadmap che sia utile per le altre. La nostra indagine si è svolta nel pieno di una crisi globale senza precedenti.

test

2021

Dopo aver analizzato le aziende che hanno reagito più prontamente alla pandemia di COVID-19, abbiamo rilevato che avevano, con tutta probabilità, già adottato le seguenti best practice. Analizziamo le fasi principali del percorso verso l'agilità organizzativa.

Adottare tecnologie intelligenti

Abbiamo rilevato una correlazione tra l'uso di tecnologie intelligenti, come IA, ML e RPA, e la crescita dei flussi di fatturato digitale. 

Il 64% delle aziende che segnalano di aver fatto progressi nell'implementazione delle tecnologie intelligenti hanno il doppio delle probabilità di ricavare il 50% o più del loro fatturato dal digitale rispetto a quelle che devono ancora iniziare l'implementazione. 

Il 34% degli intervistati classifica la capacità di lavorare con tecnologie intelligenti come la competenza più ricercata per i prossimi cinque anni.

Integrare una cultura aziendale adattabile

Una cultura adattabile permette alle aziende di cogliere rapidamente nuove opportunità e affrontare circostanze impreviste in tutte le aree di attività. 

Il 56% degli intervistati afferma che la propria tecnologia è compatibile con gli obiettivi di digital transformation.

Il 16% afferma lo stesso della cultura della propria azienda.

Conclusione: cambiare gli strumenti è più facile che cambiare mentalità e abitudini.

Garantire l'accessibilità ai dati

Il 36% delle aziende a reazione rapida afferma di offrire ai dipendenti la completa accessibilità ai dati.

Solo il 13% delle aziende a reazione lenta può affermare lo stesso.

L'accessibilità ai dati è fondamentale per consentire di prendere decisioni in tempo reale e basate sui dati a tutti i livelli dell'azienda, oltre a promuovere la pianificazione costante e la misurazione agile dei risultati. 


Le aziende che riportano alti livelli di accessibilità ai dati beneficiano anche di:

  • Incremento della produttività del 51% 
  • Miglioramento della visibilità e delle comunicazioni a livello direttivo del 43% 
  • Risparmi sui costi del 41%

Sviluppare competenze analitiche e tecnologiche

Le competenze analitiche e tecnologiche favoriscono l'adozione di:

  • Tecnologie intelligenti
  • Metriche agili
  • Forza lavoro più capace
  • Smart working scalabile

Il 50% delle aziende a reazione rapida adotta un approccio alla pianificazione continuativo.

Riqualificare l'organico per affrontare le sfide future

Da un punto di vista organizzativo, il rapido insorgere della pandemia di COVID-19 ha evidenziato, per molte aziende che hanno partecipato all'indagine, lacune nell'agilità strutturale e l'esigenza di acquisire skill differenti. 

Secondo il 45% dei partecipanti, l'incertezza del mercato globale è stata l'inibitore numero uno all'assunzione rendendo difficile procurarsi talenti per le skill più necessarie.

Di conseguenza, per trovare le competenze necessarie, invece di assumere nuovo personale, le aziende stanno facendo crescere i talenti internamente migliorando engagement e retention (41%), puntando su aggiornamento e riqualificazione (41%) e condividendo le skill interfunzionali (37%).

Non perdere di vista l'accelerazione digitale

Anche se le previsioni dicono che la strada della ripresa sarà lunga, i dirigenti che abbiamo intervistato stanno già riflettendo su come proteggere le loro aziende da crisi future. 

Il 32% afferma che l'accelerazione digitale è al primo posto tra i cambiamenti che miglioreranno la resilienza della propria azienda di fronte a una crisi futura.


Tutti gli insight in un unico sistema