Hero Background Image
Intervista a Karen Minicozzi: perché la gestione dei talenti dovrebbe essere al centro dell'HR
Scopri di più
L'unione fa la forza: quando HR e business sono allineati
Scopri di più
La protezione dei dati in Europa e la strada verso la conformità al regolamento GDPR
Scopri di più

Studio globale sui responsabili Finance: i responsabili Finance rivelano i principali rischi del mestiere

 

I CFO operano in un ambiente aziendale sempre più volatile, tra l'incertezza geopolitica e la minaccia universale del crimine informatico. Questi e altri rischi sono aggravati dalla velocità sempre maggiore dei cambiamenti, che complica il tutto.

"Oggi si verificano più cambiamenti nel panorama politico, economico e normativo di quanti ne abbia visti in oltre trent'anni di carriera nel Finance", spiega Robynne Sisco, CFO di Workday. "Di conseguenza, oggi più che mai i CFO e i loro team devono potersi adattare rapidamente e rispondere ai cambiamenti in tempo reale."

Quali rischi pesano maggiormente sui responsabili Finance? Il nostro studio "Finance Redefined" ha interpellato oltre 670 CFO e responsabili Finance senior in tutto il mondo e in diversi settori. Dalla ricerca risulta che i controlli normativi sempre più capillari sono al primo posto nella classifica dei rischi principali, di cui elenchiamo i primi sette:

  1. Controlli normativi sempre più capillari
  2. Ritmo dell'evoluzione tecnologica/rivoluzione digitale
  3. Rischio politico e incertezza
  4. Rischio per la sicurezza informatica
  5. Condizioni economiche incerte/domanda insufficiente
  6. Rischio per la privacy dei dati
  7. Volatilità dei mercati finanziari

Analizziamo questi rischi più da vicino.

  1. Controlli normativi sempre più capillari In un ambiente normativo sempre più complicato, sicuramente non c'è da stupirsi se i responsabili Finance hanno indicato i controlli normativi come il rischio principale, in tutte le aree geografiche analizzate. Le novità normative continuano a interessare le aziende di tutto il mondo, dalla riforma fiscalenegli Stati Unitial maggiore peso dei regolamenti sulla sicurezza informatica in Asia, come la lCybersecurity Billdi Singapore dedicata all'infrastruttura informatica.Altri sviluppi includono la PSD2 e la MiFID II in Europa e il nuovo regolamento generale sulla protezione dei dati(GDPR), entrato in vigore a maggio. Con l'aumento dei controlli normativi, i responsabili Finance devono comprendere l'impatto di questi rischi sulla propria organizzazione e ricorrere a processi e tecnologie agili, in grado di adattarsi velocemente ai cambiamenti.
  2. Ritmo dell'evoluzione tecnologica/rivoluzione digitale La seconda area di rischio più pressante è rappresentata dal ritmo dell'evoluzione tecnologica e della rivoluzione digitale. Per i responsabili Finance, questo rischio può manifestarsi in due modi.

Prima di tutto, non tenere il passo con l'evoluzione tecnologica mette a repentaglio l'intera attività. Ad esempio, l'azienda potrebbe non avere la velocità e l'efficienza necessarie per decidere rapidamente e restare un passo avanti alla concorrenza, mettendo così in pericolo il modello di business e il valore dell'azienda. È importante che i CFO collaborino con altre parti dell'azienda, sia per comprendere meglio l'evoluzione del panorama tecnologico sia per prendere decisioni sugli investimenti necessari all'innovazione e alla crescita del business.

In secondo luogo, la stessa funzione Finance si espone a rischi se non tiene il passo con le nuove tecnologie, come l'automazione e l'analisi dei dati. Grazie a queste tecnologie, i responsabili Finance possono migliorare la performance operativa, generare fiducia nei dati e agevolare l'adozione di innovazioni quali gli advanced analytics. In futuro, l'innovazione in ambiti come intelligenza artificiale (IA) e robotic process automation (RPA) potrebbe comportare riduzioni ingenti del lavoro manuale e permettere ai responsabili Finance di prendere decisioni più efficaci.

Per stare al passo con i cambiamenti, i responsabili Finance devono comprendere e adottare personalmente le ultime tecnologie. Devono poi rinforzare le capacità digitali del proprio team, sia introducendo nuovi talenti dall'esterno sia sviluppando le risorse interne.

  1. Rischio politico e incertezza Sebbene i CFO non siano politici, la geopolitica è indubbiamente un argomento di discussione sempre più importante per i vertici aziendali. Come evidenziato da un recente report di KPMG, "The CEO as Chief Geopolitical Officer": "Il panorama geopolitico odierno è completamente diverso da quello del passato. I CEO sono in balia di un sistema geopolitico estremamente complesso che si muove a velocità sostenuta, con poche misure di protezione".

Ci sono sicuramente molti sviluppi da tenere d'occhio nel mercato attuale, compresa la minaccia di un crescente territorialismo da parte dei governi nazionali. Ad esempio, a un anno dalla Brexit, l'uscita del Regno Unito dalla UE è alle porte: il "CFO Survey" di Deloitte per il quarto trimestre 2017 ha individuato gli effetti della Brexit come il rischio maggiore per i CFO britannici. Quasi tre quarti (73%) delle persone interpellate prevedono che il contesto economico generale sarà peggiore se il Regno Unito esce dall'Unione Europea, un dato in aumento rispetto al 60% dell'inizio del 2017.

  1. Rischio per la sicurezza informatica I partecipanti allo studio di Workday hanno menzionato il rischio per la sicurezza informatica come il quarto in ordine di importanza. Negli ultimi anni non sono mancati gli attacchi balzati agli onori della cronaca, dalla rapina alla Banca del Bangladesh del 2016, che ha causato la perdita di 81 milioni di dollari, agli attacchi del ransomware WannaCry dello scorso anno, che hanno colpito oltre 200.000 computer in 150 paesi.

Le aziende vittime di attacchi informatici possono subire gravi interruzioni, costi enormi e danni alla reputazione. L'anno scorso, varie multinazionali hanno dovuto spendere centinaia di milioni di dollari in seguito a una serie di attacchi legati al malware NotPetya. Secondo il report "Cost of Cybercrime Study" di Accenture, il costo medio globale della criminalità informatica nel 2017 è stato di 11,7 milioni di dollari, con un aumento del 27,4% rispetto all'anno precedente.

Tuttavia, gestire l'impatto di un potenziale attacco non è sempre un'operazione semplice. Un report di BAE Systems, "The Intelligence Disconnect", ha rivelato un interessante diatriba su chi sia responsabile delle violazioni della sicurezza: il 35% dei dirigenti interpellati sostiene che la responsabilità sia del reparto IT, mentre solo il 19% di chi lavora nell'IT è della stessa opinione. Come evidenziato nel report, "è fondamentale che le organizzazioni si impegnino per colmare queste carenze in termini di comprensione, conoscenza e responsabilità".

  1. Condizioni economiche incerte/domanda insufficiente Nel complesso le condizioni economiche internazionali sono migliorate negli ultimi anni, con una crescita economica globale che ha raggiunto i tre punti percentuali l'anno scorso, il dato più alto dal 2011. Ciononostante, la stabilità e le condizioni del mercato variano e sono più incerte in alcune regioni rispetto ad altre.

Il sondaggio "Global Economic Conditions Survey" di ACCA e IMA per il quarto trimestre del 2017 ha rilevato che, a livello globale, il quadro è variegato, con i livelli di fiducia più alti in America Centrale e Meridionale, seguite dall'America Settentrionale e l'Asia Meridionale, e i livelli più bassi nella regione caraibica e in Medio Oriente. Il report ha inoltre notato un calo della fiducia in Cina (per quanto qui il livello resti alto rispetto ai dati storici) su uno sfondo di espansione più lenta, con una crescita che si è attestata appena sotto il 7% nel 2017.

  1. Rischio per la riservatezza dei dati Ai rischi informatici è associato il rischio di violazione dei dati sensibili o riservati. Secondo il report di BAE Systems, il furto di informazioni o dati personali dei clienti in caso di attacco informatico è la maggiore preoccupazione dei responsabili dell'IT e la seconda per ordine di importanza dei dirigenti interpellati. Allo stesso tempo, le aziende affrontano sfide sempre più grandi a causa di leggi sempre più rigide sulla protezione dei dati, tra cui quelle citate in precedenza, come il GDPR.
  2. Volatilità dei mercati finanziari La volatilità dei mercati finanziari è il rischio meno grave, avendo registrato livelli più bassi negli ultimi anni. Tuttavia, per i CFO l'accesso a dati e informazioni sulla volatilità è ancora fondamentale, dovendo sostenere le decisioni di investimento aziendale più critiche.

Mancanza di resilienza

Benché oggi i CFO gestiscano rischi più grandi che mai, solo il 39% dei responsabili Finance che ha risposto al nostro sondaggio si è detto "molto sicuro" della propria capacità di gestire i rischi più importanti. Per ovviare a questa mancanza di resilienza, devono accertarsi che le valutazioni del rischio siano parte integrante delle discussioni sulla pianificazione aziendale. Di conseguenza, si avverte ancor di più la necessità di un'analisi avanzata dei rischi per ottenere insights sui dati e sostenere un processo decisionale rapido. Disporre della tecnologia giusta (e delle competenze giuste) sarà cruciale. Questo articolo è completato da un altro ("How Finance can Transform Risk Analytics for a Data-Rich World") che approfondisce questo problema critico.

 

I risultati completi della ricerca alla base dello studio globale "Finance Redefined" sono disponibili in questo report

Informazioni sullo studio globale di Workday sui responsabili Finance

Tra settembre 2017 e gennaio 2018 abbiamo intervistato più di 670 responsabili Finance in America, Europa, Asia Pacifica e Sudafrica, attivi in 10 importanti settori. Oltre un terzo (38%) lavora presso grandi organizzazioni con un fatturato annuo di più di 1 miliardo di dollari, il 35% tra 500 milioni e 1 miliardo di dollari e il 27% tra 250 e 500 milioni di dollari. I partecipanti erano per oltre un terzo CFO, direttori finanziari o capi/controllori contabili, mentre per il resto provenivano da ruoli Finance senior, come responsabili della pianificazione e analisi finanziaria o vicepresidenti delle operazioni finanziarie.